317 per esser loro amici miei 8 ) et per darmi molta fede et già le cose sono in buon termine. Fra tre giorni partirò di qua et visitarò il monasterio di monache in Loiben, dove stanno molte Italiane nobili et mi sforzarò di introdurci una buona clausura, acciò non naschino per l’avvenire li scandali che per il passato sono successi. 9 ) Finito ch’io havrò di visitare lasciarò un padre Gesuita venuto da Vienna per questo effetto, acciò egli dia li essercitii dela Compagnia et facci fare la confessione generale et in verità si fa con questo mezzo frutto grandissimo. Ho mandato ancora uno a S. Lamberto per vedere se si è posto in esse- cutione la riforma che ordinai. 10 ) È morto il generale deli confini, il quale era heretico. S. A. ha a contemplatione di S. S ,A dato questo carico al sig. marescialle, ottimo catholico et mio amicissimo, 11 ) di modo che havremo, piacendo al Signore, presto il capitanio del paese 12 ) et il generale deli confini catholici, il che importa assaissimo che quando non si fosse mai fatto altro, questo non sarebbe poco; spero che S. B" c ne sentirà consolatione. Circa li altri negotii, io penso di esser a Graz fra 10 giorni, nel quale tempo ci sarà ancora l’A. S., et non mancarò di usare ogni diligentia, acciò si perfettioni quello che si è consultato. S. A. mi scrive hor bora che la M ,à del’imperatrice sarà tra quattro giorni in Pruch, et mi invita a farle compagnia. 13 ) Però io, non potendo mancare al desiderio di S. A., mi metterò in viaggio per quella volta... 8 ) Vgl.Nr.43, S.132j, Nr.52, S.154, Nr.57, S.165, und Nr.115. Georg Agricola hatte die Bistümer Seckau und Lavant inne, zeichnete sich durch kluges politisches Verhalten aus und p/legte teilweise freundschaftliche Beziehungen zu evan¬ gelischen Landständen. Lorenz Spielberger, 1566—1587 Propst von Seckau, viar trotz seines konkubinarischen Lebens ein verdienstvoller Prälat (Amon, Die Bischöfe von Graz-Seckau 1218 — 1968, S. 250; Roth, Seckau, S. 484 — 486). ") Siehe Nr. 117, S. 323. 10 ) Vgl. Nr. 99, S. 285, und Nr. 117, S. 322. ”) Hans Ambros von Thum, 1580—1587 Hofmarscha.il (Thiel, Zentral¬ verwaltung, S. 204; Loserth, Reformation und Gegenreformation, S. 498). 12 ) Siehe Nr. 72, Anm. 6. 13 ) Vgl. Nr. 119, S. 327. Malaspina begab sich daraufhin nach Bruck a. d. Mur, wo er im Admonter Haus bewirtet wurde (Wichner, Geschichte des Benediktinerstiftes Admont IV, S. 216).