95 lo facessi andar così claudicando. Ho voluto che V. S. Ill ma sapia ogni cosa, massime che quello che scrivo et ho scritto insin’hora ho saputo da testimoni degni di fede et intimi a S. A. Non per questo mi diffido, né faccio giudicio fermo, anzi spero et siamo in termine che in queste diete si scoprirà il tutto; ma mi è parso espediente di tener avisata V. S. Ill ma di quello che alla giornata si fa et vo scoprendo. A me rincresce grandemente, che nella dieta che si farà in Ca- rintia, subito doppo questa, che Offmam sarà capo come vicedomine del vescovo di Bamberga, et non potiamo sperare se non qualche novità in detrimento della religion catholica 11 ) et fomento grande alli baroni, quali haverano dalla sua il capo ecclesiastico. Ma non so già come S. A. soporti che, havendole scritto tre volte, acciò lasci l’impresa et se ne ritorni qua, egli mai le ha dato risposta et hora non sanno dove sia et con tutto questo si tace et non si vuol venire al deponerlo. 12 ) Il Cobenzolo è fautore di questo huomo et ha mantenuto in consiglio che S. S llV non può privarlo et che non ha potestà nelle cose temporali, dicendo: „Né manco meco ha che fare il papa nelle mie commende“. Et so certissimo che è vero, se bene S. A. l’ha negato a me, et questo è quello che già scrissi che haverei procurato di sapere. Li cittadini di questo luoco hanno fatto due congregationi per rispondere al decreto di S. A. in materia de figliuoli, 13 ) starò aspet¬ tando la risposta et vederò che espediente si pigliarà... 26 . Malaspina an Gallio Graz, 1580 November 7 Vorkehrungen für bevorstehenden Landtag. Reform des Klerus. Aus¬ fällige Predigt eines Prädikanten in Graz. Überfall auf Priester und Hostienschändung bei Groß St. Florian. Zahlreicher Kom¬ munionempfang am Allerheiligentag. Ardi. Val. Nunz. Germ. 100, f. 119' — 121”, Orig. n ) Am 29. November 1580 brachten die der Augsburger Konfession zu¬ getanen Landstände im Kärntner Landtag die an Erzherzog Karl gerichteten Religionsbeschwerden vor (Klagenfurt Diözesanarchiv, Akten I, Fasz. 3). Am Landtag wurde aber vor allem über die Aufbringung der für die Türkenabwehr notwendigen Mittel beraten (Klagenfurt LA, Hs. 18, Landtagsprotokoll 1580, f. 1' — 60'). 12 ) Siehe oben Nr. 19, Anm. 27. 13 ) Siehe Nr. 17 und 18.