Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

47 
causa sua con animar li heretici di quella città con il suo esempio, et 
che più tosto doveva a sua immitatione operare di far quello che egli 
era per esequire et questo prima li catholici havevano apuntato a S. A. ; 
ma li suoi consiglieri battezzavano l’intento del imperatore per cosa 
giovenile poco riuscibile et pericolosa. Et sopra tutto, oltra questi 
predetti rispetti, scoprendo il principe quanto veneno fosse sotto le 
dolci parole delli heretici et confessando con molte lacrime di esser 
stato ingannato et vedendo che, in cambio di principe libero, si era 
fatto servo de’ suoi servi, quali con parole et fatti mostravano di non 
stimarlo, si risolse di voler trattare del rimedio. 
Et così, tolta l’occasione dell’infirmità del duca di Bavera il 
vecchio, lo mandò a visitare per il sig. cancelliero commettendole che 
doppo subito si trasferisse dal arciduca Ferdinando et le recitasse 
tutta la hostoria, ch’io ho referito. 26 ) Quelli signori, intendendo in che 
infelice stato stava et la religione et l’obedientia temporale, si strepirno 
grandemente et si risolsero che fosse necessario che questo principe 
si abbocasse con loro. 27 ) Acciò più commodamente si trattasse del 
rimedio et acciò li heretici non scoprissero questo et fosse occasione 
di nuovi rumori, pensorno di dar voce che il duca di Baviera, essendo 
infermo, voleva far testamento, sì come anco fece, et che perciò desi¬ 
derava che il genero et la filia fussero presenti et così, con grandissimo 
secreto, si operò che l’arciduca Ferdinando si volesse ritrovar anco 
egli presente, accioché, tutti uniti, facessero una consulta di quello 
che si doveva fare. Mentre si trattava questo, sopravenne poi il breve 
minatorio di S. S tà , il quale servì per innanimire tanto più S. A. 28 ) 
Nella consulta non intervenne altri che li tre principi et il sig. 
cancilliero, al quale, come secretario informatissimo et confidente, fu 
dato caricho di referire il sucesso, che ho contato. Et fatto questo, 
si trattò di due cose: Prima le ragioni che dovevano movere S. A. a 
revocare le concessioni già fatte, et secondariamente si discorse delli 
remedii et mezzi, che si dovevano perciò tenere. 29 ) 
Quanto al primo, è cosa chiara et sono tante le ragioni, che non 
26 ) Wolfgang Schranz umr de Ende August 1578 zu Erzherzog Ferdinand und 
Herzog Albrecht gesandt (Scliellhass, Ninguarda II, S. 43 /., 49 — 63). 
27 ) Erzherzog Karl reiste Mitte September 1579 von Graz nach München, 
wo am 13. und 14. Oktober 1579 die Grundzüge der Gegenreformation in Inner¬ 
österreich festgelegt wurden (Loserth, FRA 11/50, S. 696, Nr. 557). 
28 ) Breve vom 26. März 1579 (Theiner, Annales eccl. Ili, S. 22 Schell- 
hass, Ninguarda II, S. 184 — 189). 
29 ) Über die Beratungen wurden zwei Protokolle aufgesetzt, die vom 13. und 
14. Oktober 1579 datiert sind (Loserth, FRA 11/50, S. 31 — 40).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.