Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

44 
non era di officio suo trattandi negotio di coscientia, ma che ricorres¬ 
sero dal papa, da vescovi et da altri rimedii ecclesiastici, come di 
consiglio etc., che quanto a sé li haverebbe lasciati vivere nella forma 
che li prelati li havessero o concesso. Ma il principe, forsi per li pecati 
di questi popoli, non fu di tanto spirito che bastasse l’animo di resistere 
al’impeto di costoro et fermarsi in questa conclusione, la quale li fu 
ricordata dalli zelosi catholici et, se bene egli li fece un gagliardo et 
aspro rebuffo, cosa che va per l’ordinario loro che già sanno la con¬ 
suetudine et all’hora a punto credono di ottenere ogni cosa quando 
il principe grida, che quasi serve acciò con honor suo possi concedere 
ciò che desiderano et essi, purché ottenghino, non si curano sotto 
che forma. 
Admessa adunque questa loro petitione tanta iniqua, che si 
trattasse della religione prima di ogni altra cosa, et non reclamando 
in questo l’stato ecclesiastico, come doveva, ottenendo il primo luoco 
nelle diete, costoro unanimiter impetum fecerunt in unum per ottenere 
dal principe che a essi confirmasse chiaramente le concessioni ambigue 
a lor date, et insieme concedesse al stato de’ cittadini la medesma 
libertà di vivere che del’ anno 1572 le haveva permesso et concesso 
a loro; et questo sotto a mille pretesti falsi 14 ) et di poco momento, 
et le città ancor esse si aiutavano galiardemente. Et la nostra disgratia 
vuole che, se bene li heretici sono di diverse sette et paiono et vera¬ 
mente sono disgiunti, 15 ) sono però tutti unanimi contra a’ catholici, 
di modo che facies quidem habent diversas, sed caudas ad invicem 
colligatas, quia de vanitate in idem conveniunt. La cosa fu per un 
pezzo ambigua, ma perché il consiglio di S. A. è diviso in tre parte, 16 ) 
che alcuni sono zelosi catholici, altri né catholici né heretici, quali 
purché dubitino an sit Deus sit in excelso et tengono da chi vince et 
vorrebbeno che vincessero li heretici, altri sono espressamente heretici. 
Essendo la parte de’ catholici inferiore, et non tenendo quell secreto 
che si dovrebbe, quelli doi primi membri di consiglieri 17 ) et essendo 
14 ) Am Bande von anderer Hand, wahrscheinlich in Rom, vermerkt: fristc- 
linga confermata. 
15 ) In den entsprechenden Landtagsakten werden die Evangelischen aber 
immer als ersamo der Augsburger Konfession zugetane Landschaft bezeichnet 
(Loserth, FRA 11/50, z. B. S. 75, 101, 130; Graz LA, Landtagsakten 421). 
16 ) Am Rande von anderer Hand, wahrscheinlich in Rom, vermerkt: colpo 
di consiglieri. 
17 ) Wahrscheinlich sind Hans Kobenzl und Georg Freiherr von Kheven- 
hüller gemeint (Thiel, Zentralverwaltung, 8. 205 /.; Loserth, Reformation und 
Gegenreformation, S. 337).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.