Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

17 
Ma perché nel viaggio mi sono andato informando di alcune cose 
da quelli pochi catholici che ho ritrovato, quale ho cercato di consolare, 
inanimire et sovenire quanto ho potuto et confirmarli nel loro santo 
proposito, pregandoli a tener bona et fidele corrispondentia meco, et 
havendo conferito alcune d’esse al p. ministro et cognosciuto che son 
stato raguagliato fidelmente, ho giudicato di doverne dar parte a 
V. S. 111™. 
Et prima Y. S. Ili™ deve sapere che, oltre a quello che li catholici 
me hanno avisato, io ancora ho ocularmente cognosciuto et veduto 
che bisogna molto bene invigilare ché li paesi, che confinano tra catho¬ 
lici et heretici, siano guardati et custoditi diligentissimamente; et, se 
in loco alcuno è necessario, certo che è nelli confini tra li sig. Venetiani 
et l’arciduca per il grande continuo et necessario comertio ch’è tra 
un popolo et l’altro. 4 ) Et questo li catholici racordano perché ogni 
giorno vedano che a molti de’ nostri li heretici danno moglie et non 
guardano a dote et, come questo segue, la cosa è fatta ; et in cambio di 
guadagnare in mercantie, perdono la fede et il scandalo è ridoto a 
tale, che in Villaco un’Italiano, ch’è di Venzzone, loco de sig. Venetiani 
nel Frioli, è predicatore delli heretici. 5 ) Cercano ancora di condure 
medici et altri 6 ) et come sono tra di loro o a un modo o a un’altro li 
seducano, et questa è la gloria loro et non voglio tacere quello che io 
in questo particulare ho tocato con mano, et mi son confirmato che 
non si ha tutta quella cura, che sarebbe necessaria di questi confini. 
Io alogiai una serra in un loco de’ sig. Venetiani, chiamato la 
Chiusa, 7 ) sei milia lontano dalli confini del arciduca. Ritrovai l’hoste 
heretico et, oltre che il suo figliuolo me lo disse, confessando anco esso 
d’essere simile al padre, io ne hebbi molti chiari argumenti. Et in 
spetie un p. Jesuita polaco, 8 ) che ho condoto meco in questo viaggio, 
ritrovò nella casa doi libri heretici, quali io consignai al curato, in 
presentia del capitano del loco, et non lasciai di dire quello 
che mi pareva necessario in questo proposito a l’uno et l’altro 
di loro. Ma il curato, se bene confessa che l’hoste è heretico et che 
è cosa certissima, dice d’haver sgravata la sua conscientia con l’abbate 
4 ) Vgl. Simonsfeld, Der Fondaco dei Tedeschi in Venedig II, S. 104 j. 
s ) Name nicht bekannt. 
6 ) Im 16. Jahrhundert kamen Italiener als Künstler, Beamte, Kauf lente, 
Apotheker und Ärzte in größerer Zahl vor allem nach Graz (Wastler, Das Kunst¬ 
leben am Hofe zu Graz, S. 15 — 90; Popelka, Geschichte der Stadt Graz II, 
S. 315 /.; Morpurgo, Gli Artisti in Austria I, S. 37 — 59). 
7 ) Chiusaforte. 
8 ) Nichts Näheres bekannt. 
2 Landcskommission
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.