Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

411 
importanza et ha fatto credere a la parte adversa che si dice da dovero. 
Dopo si è publicato il decreto, che sarà con questa mia, 5 ) a li cittadini, 
et ne le festività, che sono venute, non hanno se non tre di loro et un 
del senato frequentato la sinagoga et ancora pochi de’ popolari, a quali 
non si lasciarà di fare una severa riprensione. Ma mentre stavamo 
intenti et con ferma speranza che inanzi la dieta imperiale si potesse 
fare la perfetta essecutione, ecco che l’arciduca Ferdinando manda un 
ambasciatore ad invitare questa Altezza a le nozze, 6 ) il qual invito, 
per alcune cause di molta importanza, non ha potuto rifiutare, di 
modo che dubito che, dovendo pai-tire domani S. A., li cittadini siano 
per ritornare al vomito, massime che et per la debolezza de li consiglieri 
et per altri pericoli et in spetie dopo l’incendio di Canisa, seguito con 
intelligentia de’ Turchi, si fa giudicio che in absentia di S. A. non si 
venghi a castigo alcuno contra li transgressori, et pare che ne l’interim 
non si debba fare altro se non che l’A. S. chiami domani li cittadini 
et li avvertisca a non transgredire il suo commandamento et che, 
quando faranno altrimente, che lei li castigarà a suo tempo, et lasciare 
cura al reggimento, che li monisea di continuo. Ma sopra tutto hanno 
per necessario il fare provisione d’un predicatore buono, perché li 
cittadini in questi principii s’indurranno difficilmente ad andare da li 
padri Giesuiti, et in conformità di questo ne ho ritrovato uno. 
Certo non poteva la partita del principe cadere in congiuntura 
più incommoda per il negotio, poiché nel tempo che si starà fuori 
potranno li cittadini consultarsi con li nobili et fare mille conventicule 
fra di loro et difficultare l’essecutione, la quale a mio giuditio non era 
desperata al presente. Per il che è necessario sospendere l’intelletto 
insin tanto che si veda se seguiteranno a non frequentare l’essercitio 
lutherano o non et si lasciarà ordine a li consiglieri che avvisino ne la 
dieta il tutto a S. A., acciò conforme al bisogno si possiamo governare 
et dare ordine che si castighino gl’inobedienti anco in absentia di S. A., 
se così et a S. M tà Ces. et al ill m0 legato parerà che si possa sicuramente 
fare. 7 ) Di questo mi pare potermi assicurare, che’l principe non si 
5 ) Decretum religionis civibus et popularibus proxime a S. Ser*« publi¬ 
catum (Arch. Val. Nunz. Germ. 100, f. 458™). 
6 ) Hochzeit Erzherzog Ferdinands von Tirol mit Anna Katharina von 
Mantua am 14. Mai 1582 zu Innsbruck (Hirn, Erzherzog Ferdinand II, S. 450 
bis 457). 
7 ) Erst am 8. Oktober 1582 vrurden Bürgermeister, Richter und Schreiber 
der Stadt Graz, weil sie trotz wiederholter landesjürstlicher Befehle den evangeli¬ 
schen Gottesdienst weiter besucht hatten, eingesperrt (Loserth, FRA II / 50, S. 329).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.