Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

388 
come si suol dire, a la potestà veramente data da Dio al principe, 
ma l’altro totalmente distruge et intrica la conscienza et l’istessa 
anima di S. A., poiché, attribuendo costoro potestà in S. A. di poterli 
assicurare in conscienza, cosa che a seculo non est audita, et essendosi 
per il passato S. A. ritrovata in passi durissimi per li romori de li 
Turchi, è stata ridotta a tal termine che o la doveva lasciare le pro- 
vincie sue in mano di Turchi o era necessitata di condiscender a 
concessioni fuori de la potestà et facoltà sua. 6 ) Io non credo che 
popolo christiano alcuno mai habbia, per propagare la fede di Christo, 
minacciato a tiranno non che a principe naturale et legitimo: „Se 
tu non concedi a noi l’essercitio de la nostra religione, non solo non 
vogliamo aiutare le provincie noi altri et te, ma lasciaremo l’adito 
al Turco o altri tuoi nemici, che entrino a suo piacere.“ Non si può 
dire, che questa sia stata la strada di ampliare la fede nostra, ma ben 
molto differenze, et il modo di sopra tenuto è sempre stato condannato 
et abhorrito. Ma oltre di questo, non si vede forse apertamente un 
contratto simoniaco et illecito : La religione si compra da gli heretici, 
la religione si vende dal principe, 7 ) et sia a me lecito di dir questo, 
poiché loro lo dicono apertamente. Et se S. A. non condiscende ad 
ogni loro appetito, alhora protestano che verrà il Turco orire'' 1 ) doveva 
pur questa nobiltà, se bene era tale la loro intentione, almeno non 
la palesare in voce et in scritto. Ma o loro si persuadono che l’A. S. 
habbia legitima potestà di disponere circa la religione o no ; se credono 
che sì, perché non obediscono, quando egli fa alcuna dichiaratione 
in tal materia? Se credono che non l’habbia, perché ricorrono da lei 
facendo tanta instantia, come le loro scritture dicono, che gli assicuri 
in conscienza? Vogliono che S. A. habbia ogni facoltà di concedere 
a loro ciò che pretendono in destruttione de la religion catholica, ma 
se S. A. aiuta et conforta il nuntio a riformare et ridurre a l’antico 
splendore la disciplina ecclesiastica et regolare, 8 ) alhora vogliono loro 
prescrivere la forma che si deve tenere, quali prelati si devono ad- 
mettere, quali si devono escludere. Et se S. A. volesse, non dico 
attentare, ma accennare di voler inquirere de la vita, de’ loro settarii, 
non ostante che tra di loro siano di diverse sette, in quell’hora S. A. 
mancarebbe de la parola et metterebbe la mano ne la messe aliena. 
Da l’altra parte essi escludono ogni catholico dal servitio loro, et 
«) Vgl. Nr. 68, S. 190. 
7 ) Vgl. Nr. 14, Anm. 3 und 4. 
a) Lesung unsicher. 
«) Vgl. Nr. 107.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.