Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

377 
Io son sicuro, che l’A. V. da la ferma, che ho tenuto nel negotiare 
con lei, havrà potuto comprendere, che io rare volte m’intrometto in 
quelle cose, che mi paiono praeter il ministerio mio, se ben son quasi 
certo, confidato ne la benignità di V. A., che quando anco non havessi 
osservato questo, non havrei perciò patita repulsa da lei. Hora in 
quello ch’io sono per supplicare a V. A. non mi par manco d’uscire 
fuori de l’instituto mio per essere negotio se bene politico, però così 
subordinato al spirituale et tanto mixto con esso, che mi dà animo 
di poter dire il parere et senso mio. Senza dubio l’A. V. havrà inteso 
le querele congionte con parole, che infamiam irogant, che quel nobile 
dice et scrive pubicamente contra l’Hoffmam, 1 ) le quali sono tali che, 
quando Hoffmam fosse il più ben affetto servitore che V. A. habbia, 
sarebbe ragionevole ch’egli da per sé si ritirasse et si guardasse di 
comparire inanzi a la presenza di lei, che così mi pare d’haver veduto 
per quel rispetto che si deve a li principi naturali osservare. Ma poiché 
egli non solo non fa questo, ma tuttavia continua di non procedere 
con sincerità ne li negotii concernenti il servitio de l’A. V., abusando 
de la molta sua benignità, pare che sarebbe molto espediente che V. A. 
ordinasse a li consiglieri che consultassero quello che lei è tenuta come 
principe, il quale porta il gladio dato da Dio ad vindictam malorum, 
di fare in questo fatto, et se V. A. farà qualche dimostratione o questa 
pietra di scandalo si distaccarà in modo da l’edificio, col quale è così 
conglutinata che si spezzarà et sarà forse rimosso ancora per tal 
3 infamia dal governo di Villaco, 2 ) overo si humiliarà in modo che se ne 
caverà qualche costrutto; et pare che sarebbe bene, inanzi la publica¬ 
tione del decreto nel negotio de la religione haver fatto qualche dimo¬ 
stratione circa la persona sua. 
/. 424 ” : S. A. ha decretato che Hoffmam non entri più in corte 
né venghi a la presenza di S. A. se prima non si purga de le querele 
dategli. 
>) Siehe Nr. 141, S. 382. 
2 ) Vgl. Nr. 3. 
3 ) Hoffmann selbst erwähnt in einer Eingabe vom 31. August 1582, daß 
ihm Erzherzog Karl den Zidritt zu den Hof - und Landrechten verboten habe (Huber, 
Hoffmann, S. 136).
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.