Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

349 
Credo che l’opinione di Y. S. sia buona circa il presidio, che sia 
molto meglio metterlo inanzi che si venga a le strette, perché senza 
dubio abbasserà l’orgoglio di molti, farà più stimato il principe et 
accrescerà l’animo de’ catholici, et quando ben l’intento nostro ne 
la dieta si conseguisse con facilità, farebbe pur gran giovamento il 
presidio per essecutione, quale bisogna che sia presta et senza dar 
punto di tempo, perché altrimente V. S. sa quanto poco d’intoppo 
sia bastante a dissolver ogni cosa. 4 ) 
M’è doluto grandemente de le machinationi di quell’abbate 
contra la persona di V. S., al quale, trovandosi veramente colpevole, 
non dovrebbe lasciar di dar il debito castigo, se ben lei come christiano 
et ecclesiastico gli ha perdonato, perché restando impunito, altri più 
facilmente ardiranno quel che non ardirebbono; sono però certo che 
Dio benedetto, per la cui causa V. S. travaglia, la difenderà da tutte 
le insidie 5 )... 
128 . 
Malaspina an Erzherzog Karl Graz, 1581 vor November 27') 
Darlegung, daß alle Hindernisse, welche die Exekution des am 
letzten Landtag publizierten Religionsdekretes verhinderten, be¬ 
seitigt sind. 
Arch. Val. Nunz. Germ. 100, /. 383'—387” und 369 r — 37?,», zwei gleich¬ 
zeitige Kop. 
Io non dubito punto che l’A. V. con l’occhio pio de l’intelletto 
suo non consideri a le volte che non interesse di roba né di stati, né 
temporalità, né passione alcuna, né altro rispetto mondano move 
S tà S. ad ordinare a li suoi ministri, che deligentemente cerchino di 
animarla a sollevare l’afflitta et smarita religione in queste provincie, 2 ) 
ma quella istessa cagione che mosse Christo signor nostro ad incarnare 
et morire è la medesima che move S. S tó , la quale per concernere da 
salute de le anime è la maggiore che si possa né pensare né imaginare, 
né il mondo può haver più certo argomento, che S. S ,à sia in vero 
4 ) Vgl. Nr. 123, S. 338. 
5 ) Vgl. Nr. 123, S. 338 f. 
’) Das Datum, ergibt sich aus dem Bericht Malas jrinas vom 6. Dezember 
1581, in dem er mitteilt, daß er vor Beginn des Landtages — dieser wurde am 
27. November eröffnet — Erzherzog Karl dieses Schreiben übergeben habe 
(Nr. 130, S. 357). 
2 ) Vgl. Nr. 1, S. 3 f.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.