Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

306 
firmate dal felice successo del negotio. S. A. con affettuose parole 
mi ordinò che io ringratiassi in suo nome S. B ne de la paterna solecitu- 
dine che teneva verso le cose sue et ch’egli accetava l’offerta et la 
stimava, come il dovero et la ragione voleva, promettendo di voler 
seguire in ogni cosa il consiglio di S. S tò , ma che non havendo riportato 
risolutione alcuna il concelliero da l’arciduca Ferdinando et dal duca 
di Baviera, havendo loro risposto che volevano pensare sopra, non 
poteva per fiora venire a la executione, se bene credeva che quelli 
principi sarebbono stati de l’opinione di S. M u Ces., la quale ha risposto 
che giudica esser bene infierire nel perfettionar il negotio a la consulta 
fatta già in Baviera, et che ordinarebbe che fosse spedito un corriero 
per sollicitar la risposta di quelli principi, come ha fatto, et desidera 
grandemente che l’arciduca Ferdinando sia presente, quando si darà 
principio a l’executione. 7 ) Dopo mons. di Gurgo ha parlato con S. A. 
et è restata ne la medesima risolutione et, andando fra tre giorni a le 
caccie dove si fermerà un mese, dubito che il negotio dormirà insili a 
quel tempo. 8 ) Nel’interim S. A. non lascia di far certe dimostrationi, 
le quali sono degne di esser grandemente commendate et danno un 
principio così grande a quello che si pretende, che noi giudichiamo 
che le cose siano per pigliar con aiuto divino qualche buona piega. 
Scrissi a li mesi passati a V. S. Ili"“ che l’Hoffmam occupava una 
parochia segnalatissima et per il gran numero del popolo, che passano 
15 milia anime, et per esser molto pingue et egli ha da 18 anni in qua 
sempre fatto instruire quelli popoli da ministri heretici et pessimi, et 
godeva egli l’intrate. Si è andato molto pensando come si poteva 
levargli quella parochia et sono stati diversi pareri et allegati infiniti 
pericoli. A l’ultimo S. A. animosamente l’ha privato et ha posto un 
parocho catholico, hora costui protesta et minaccia di far cosa grande 
et la vuol principalmente meco, perché io son passato da la parochia 
ne la mia absentia da Gratz, et dice che ho sedutto quelli huomini. 9 ) 
S. A. ha fatto il medesimo con un altro nobile et hora ha fatto intendere 
’) Vgl. Nr. 77, Anni. 11. 
8 ) Erzherzog Karl und seine Gemahlin waren begeisterte Jäger; eines ihrer 
bevorzugten Jagdgebiete lag um Eisenerz, wohin sie sich auch diesmal begaben 
(Hurter, Geschichte Kaiser Ferdinands II, S. 354 — 360; Fiedler, Relationen 
venetianischer Botschafter, S. 286; Pirchegger, Geschichte der Steiermark 1282 — 
1740, S. 437). Vgl. Nr. 109, und Nr. 110. 
®) Es handelt sich um die Pfarre Pols, die Hoffmann bisher ruhig besaß. 
Am 10. Juli 1581 präsentierte Erzherzog Karl als neuen Pfarrer Albrecht von 
Homberg (Loserth, FRA 11/50, S. IS f. und 271 f.; Graz Diözesanarcliiv, Ur¬ 
kunden II, 485).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.