Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

286 
alumni deli medesimi peccati. Egli ha fatto professione di arte magica 
et ha offerto ali alumni qualsivoglia donna per mezo dela sua arte, et 
dice che uno d’essi ha appresso di sé libri che trattano di tal’arte. Con¬ 
fessa haver essortato li alumni a farsi heretici et lodato li costumi 
deli sacerdoti heretici, accusa alcuni altri alumni che fanno l’amore 
con certe donne dela principessa, altri di sodomia, altri di frequentare 
l’hosterie et in effetto di vitii libidinosi et enormi. Io vivo per questo 
fatto con molta suspensione d’animo, poiché oltre ch’io posso suspicar 
con ragione che tutte queste siano pratiche deli heretici, quali non 
possono partire così santa opera come allevare queste piante novelle, 
se bene l’alumno incarcerato non ha mai voluto confessare né di sé né 
d’altri di esser stato instigato, sono ancora assai dubioso come mi 
devo governare, perché se io castigo costui et li altri, se saranno in 
dolo, faccio il negotio publico et la publicità porta gran pregiuditio, 
poiché si dà materia a li heretici di parlare et li prelati si rafreddaranno 
totalmente in voler mantener alumni, 20 ) massime havendone forse in 
secreto poca voglia; se non li castigo, oltre che non sodisfaccio a la 
conscientia mia né a la giustitia, et li altri alumni, vedendo questa 
facilità di perdonare, non havranno timore né rispetto per l’avvenire 
di commettere simili peccati. Ma quello che più mi preme è di ritrovar 
modo che costui, tra li altri, che è figliuolo d’un sacerdote predicatore 
luterano, non ricorra, essendo liberato da me, da li heretici et essi non 
10 facciano abiurare publicamente et sopra tutte queste cose deli 
alumni, et sarà tanto più volentieri raccolto da loro per renderne il 
contracambio del predicatore che ultimamente abiurò in man mia. 21 ) 
Mi consolo però che havendo costui esebito pazzamente la ser ma prin¬ 
cipessa a la volontà deli alumni per vigore del’ arte, sempre sarà in 
nostra mano di farlo così odioso che S. A. non vorrà in modo alcuno 
che possi stare in queste provincie; però procurarò di governarmi 
meglio ch’io saprò. Et quando ritrovassi, cosa che non credo, che li 
padri fossero troppo facili in acettare di alumni, io non mancarò di 
monirli et vederò ancora che si dia alcun ordine buono, come visitare 
11 libri et robbe loro ogni mese etc., et vivere con vigilantia, acciò 
havendo S. B nc radoppiato il numero d’essi, 22 ) non si perda l’opera 
et l’olio et si multiplici la gente, ma non si magnifichi la letitia et con 
danno et vergogna con li proprii danari di S. S tà non si allevino soggetti 
per li heretici... 
20 ) Vgl. Nr. 94, S. 260. 
21 ) Siehe Nr. 94, S. 261, Nr. 100, S. 288, und Nr. 102, S. 291. 
22 ) Vgl. oben Nr. 91, S. 249.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.