Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

284 
l’eletto era stato confirmato senza haver rimosso Offomam, ma che 
ancora haveva ottenuto gratia de la metà de la espeditione, intendendo 
lei il fatto così simplicemente, non è maraviglia che li dispiacesse. 6 ) 
V. S. Ill ma stia pur con l’animo quieto che io non lasserò, per 
quanto potrò, mai di provedere a le parochie migliori, come altre 
volte ho scritto 7 ) et spero che, havendo io ultimamente et per debito 
del’ offitio mio et per il proprio honore et interesse del’ arcivescovo 
fatto un gagliardo risentimento con S. S. R ma , per l’occasione che ho 
havuta del sinodo, 8 ) ch’egli farà qualche buona risolutione, che così 
mi par di andar subodorando et lo desidero grandemente. Come io 
ritorno a Graz, mandarò a V. S. Ill ma la nota deli parochi, quali dopo 
ch’io son qua si sono privati, che non sono però pochi, ma se l’arci¬ 
vescovo facesse, esso farebbe molto più frutto che non posso far io. 9 ) 
Nel passar che ho fatto per Judemburgo, una dele quattro città, 
le quali hanno concessioni dal principe circa la libertà de la religione, 10 ) 
ho ritrovato che’l parocho era heretico et così è stato privato da 
l’archidiacono a mia instantia, il quale però dice che n’haveva già 
commissione da l’arcivescovo et la parochia si è conferita a un di 
quelli sacerdoti che vennero da Vienna, de’ quali già scrissi che li 
aspettavo. 11 ) In questa città io feci una distributione assai grande di 
libri a quasi tutti li scolari, tanto heretici come catolici, et per quanto 
intendo sono restati assai edificati et dela elemosina et dela distribu¬ 
tione. 12 ) Ho similmente consignato molti libri al vicedomo catolico di 
Clanfurt, nela quale città non essendo né chiesa né huomo catolico, 
ho offerto al vicedomo che giudicando egli esser cosa espediente et 
senza pericolo che si manterranno appresso di lui senza sua spesa dui 
sacerdoti predicatori catolici, egli mi ha ringratiato et detto che li par 
necessario di scoprire prima il paese et poi mi avviserà il parer suo. 13 ) 
6 ) Martin von Eyb bat am 17. Jänner 1581 den Papst um Ermäßigung 
der Taxe, die ihm auch gewährt wurde (Arch. Vat. Nunz. Germ. 91, f. 245 r — 246 r ; 
Hierarchia Catholica III, S. 128). 
7 ) Vgl. Nr. 88, Anm. 13. 
8 ) Vgl. Nr. 83, Anm. 13. 
9 ) In den späteren Berichten wird die hier in Aussicht gestellte Pfarrerliste 
nicht mehr erwähnt. 
10 ) Vgl. Nr. 40, S. 125, und Nr. 52, S. 153. 
u ) Vgl. Nr. 114, S. 316. 
> 2 ) Vgl. Nr. 85, S. 235. 
13 ) In Klagenfurt gab es damals öffentlich nur evangelische Gottesdienste 
(Maier, Kirchengeschichte von Kärnten III, S. 9 f. und 15; Erläuterungen zum 
histor. Atlas der Alpenländer 1118/2, S. 283).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.