Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

277 
saria più da dubitare niente di esso Turco essendo quel fiume sì fatto 
che non si può passar se non ne li detti quattro luoghi sopra i suoi 
ponti il che indi si può comprendere che in tre anni dopo che si perse 
Costagnoviza che fu ne l’anno 1556 oltra settanta mille villani furono 
menati via da esso Turco 98 ) overo costretti di retirarsi et andar¬ 
sene in Austria et Pononia dove hoggidì se ne ritrovano fin a qua¬ 
ranta mille non desiderando cosa maggiormente da Dio che poter 
ripatriare et viver ne la sua patria in quella religione ne la quale 
nacquero et furono battezzati cioè la sacrosanta catholica romana. Il 
die fariano subito et tantosto come si recuperarla il detto fiume Una 
con le dette quattro fortezze, le quali per tradimenti, perfidia et smi¬ 
suratissima negligentia di coloro che le guardavano furono perse et 
per tal predita riunata affatto la Croatia. 99 ) Sì come l’anno 1578 sen¬ 
tendo detti villani solamente che l’essercito di S. A. doveva passare 
a quella volta cominciarono a fare marchiando loro ancora in gran 
schiere verso la sua patria non potendoli i Austriaci in nessun modo 
da ciò detinere o rimovere. Pertanto se S. S tà si degnasse fare che detto 
fiume Una con le sue fortezze si potesse ricuperare et honestamente 
rifortificare et presidiare l’assicuraria con ciò et la Italia et questi 
afflitti paesi da esso Turco in perpetuo et ridurla subito al grembo 
de la santa madre chiesa catholica oltra quarantamilla Croati che 
come Tlsraelitani sono dispersi et quasi in captività egiptiaca, la 
quale gli pesa tanto più essendo sforzati di creder quello che a lor 
patroni li Austriaci et Pannoni piace, cosa che depiangono svisce- 
ratissimente di maniera che al mondo per ogni rispetto nessun danaro 
si potria spender meglio di quello che si spenderla in tal recuperatione. 
Il che senza fallo S tà S. farà tanto più volentieri concorrendosi uni¬ 
versalmente in questa opinione che la cosa si potria effettuar in quattro 
mesi al più che dieci milla fanti et mille archibugieri a cavallo con 
una honesta quantità di danari per la spesa necessaria a condur l’arti- 
gleria et la vittovaglia oltra quello che S. A. et li suoi paesi dal suo 
potriano fare. Dio omnipotente adunque inspiri S. S tà a tal opere che 
la non potria far maggior benefitio a la christianità, se la spendesse 
altrove per suo commodo il sangue, la vita et tutti li tesori de la 
chiesa de Dio come il tutto se li potrà più ampiamente dimostrare 
ogni volta che S. S tà sarà servita d’intenderlo. 
9S ) Vgl. Bidermann, Die Serben-Ansiedlungen in Steiermark und im 
Warasdiner Orenz-Generalate, S. 3 ff. 
") Krupa, Novi, Kostajnica und Jasenovac (Roth, Wihitsch und Weit- 
schauiar I, S. 222, 240, 257 und 266 /.).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.