Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

254 
appresso il sig. arciduca Carlo) non mancò il d. Schrantio, a nome di 
S. A., di conferire alcuna parte di questi disegni all’imperatore, venendo 
a Praga, ritenendo però in segreto quel che se si fosse saputo, havrebbe 
potuto nuocere al progresso della causa et negotio. Ma l’imperatore 
per la sua indispositione, rimettendo questa trattatione al sig. Trancen, 
questo, come vecchio et timido, disse al d. Schrantio che la cosa, 
essendo di consideratione, ci si penserebbe et a lui et prima a S. A. se 
ne scriverebbe poi a Gratz, sì come partitosi lo Schrantio si scrisse 
da poi in alcuni termini generali, non improbando la cosa, ma non 
discendendosi allo stringerne la conclusione. 14 ) 
Dapoi si venne alla dieta del decembre del 1580, nella quale 
essendo passate le cose, le quali V. S. Hl ma intese, il decreto fu promul¬ 
gato in quella forma che fu costà da mons. Germanico nuncio mandato 
a Roma, 15 ) circa il quale decreto passarono le cose seguenti, le quali 
per ogni deliberatione che in ciò dovesse prendersi paiono essere degne 
di sapersi, non havendone io prima potuto da altri sapere più certo 
fundamento. 
Il sig. Kobenzel, il quale non soleva da un pezzo in qua essere 
admesso al consiglio segreto delle cose della religione dal sig. arciduca 
Carlo, fu finalmente dapoi admesso, quando si trattò di venire a qualche 
esecutione delle cose passate nella consulta di Baviera. Et questo 
fu il mese di dicembre dell’anno passato o circa. 16 ) 
Però quei del consiglio segreto della religione si erano insieme 
col sig. arciduca acordato che, quando avenisse che i provinciali o il 
Kobenzel proponesse alcuna cosa, si rispondesse in modo ch’essi non 
potessero venire in cognitione del partito preso da S. A., dicendosi o 
che si penserebbe alle proposte o ch’erano degne di consideratione et 
che per questo il seguente giorno risponderebbono accioché in questo 
mezo si havesse tempo di trattare a parte di quel che converrebbe. 
Et poiché furono proposte le querele degli ecclesiastici dal- 
l’una parte et dall’altra quelle degli heretici, 17 ) mentre il sig. arciduca 
teneva pe ’l consiglio de’ segreti consiglieri catolici suspese le ditermi- 
H ) Vielleicht ist das Schreiben Rudolfs II. an Erzherzog Karl vom 21. No¬ 
vember 1580 gemeint (Loserth, FRA II/50, S. 69 f.). O. Eder schrieb 1578 an 
Herzog Albrecht, der von Trautson besorget immerzu, der Himmel werde ein¬ 
fallen (Bibi, Die Einführung der katholischen Gegenreformation, S. 70, Anm. 1). 
Vgl. Nr. 74, Anm. 12. 
15 ) Nr. 50. 
> 6 ) Vgl. Nr. 37, S. 118, Nr. 40, S. 125 f, und Nr. 65, S. 186. 
») Siehe Nr. 44, S. 134 f, und Nr. 46, S. 138.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.