Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

250 
costumi, 7 ) mi son risoluto di vestirli, cioè farle una veste lunga per 
un uno et farli andar nel modo che fanno in Roma, 8 ) perché in effetto 
S. A. mi assicura che se io darò bona forma a questo seminario, che 
restaranno pochi scolari alli heretici, che tutti si convertiranno, et 
bora solamente con la voce di questo, un scolar loro, de’ più introdoti 
nelle lettere, spontaneamente è venuto dalli padri et il giorno delle 
Pentecoste abiurarà publicamente insieme con quell predicatore, 9 ) 
cosa che insin hora non si è più fatto. Et io, per animare delli altri, 
li ho donati dieci fiorini, dicendole che faccia pratica con li altri suoi 
compagni et non dubitino che li sia per mancar cosa alcuna, quanto 
ne ha fatto. Cadrà in opinione che sia necessario haver una certa 
somma de danari per questi tali, che si convertono, li quali nel prin¬ 
cipio han bisogno di late et non solido cibo, voglio dire che non bisogna 
contristarli né lasciarli mancare cosa alchuna et non tutti sono scolari 
né dati alle virtù, ma senza lettere et mistero alcuno, ma tuttavia 
sono creature de Dio. V. S. ha scvegliato in me molti pensieri et sco¬ 
pertomi una strada incognita, la quale ho abbrazzato con tutto il 
spirito, ma la facultà è tenue né posso suplire a ogni cosa, massime 
in questo loco dove ogniuno fa recapito da me, non dimeno mi voglio 
restrenggere de alchune spese et farò quello che potrò, ma non vorrei 
metterne in disordine di debiti, più di quello che sono. 
Ho fatto di già recopiare la scrittura et fra doi giorni la mandarò 
al sig. Canolai 10 ) et, intendendo che mons. Campeggio sia in Venetia, 11 ) 
pigliarò bona occasione di farle venire voglia d’haverla, et in Polonia 
terrò l’ordine che lei mi dà, et la mandarò ancora al nontio de l’impera¬ 
tore 12 ) quando cominciaremo a trattar insieme, come è necessario, 
essendo le nonciature molto concatenate. 
V. S. mi faccia gratia di scrivermi spesso et sapia che son amico 
d’intendere quello che pertiene et alla mia salvatione et al ministerio 
mio, però la mi avisi pure liberamente et tanquam potestatem habens ... 
7 ) Vgl. Nr. 99, S. 285 /. 
8 ) Im Wiener Seminar hatte inan mit der Kleidung nach römischem 
Muster große Schwierigkeiten; nach Ansicht P. Villers hielt sie mele vom Eintritt 
ab, weil die Jugend Talar und Birett verabscheute (Duhr, Geschich te der Jesuiten I, 
S. 301). 
9 ) Vgl. Nr. 94, S. 261, und Nr. 100, S. 288. 
I0 ) Wahrscheinlich Canobio. Siehe Nr. 4, S. 12. 
u ) Lorenzo Campeggio kam am 11. Mai 1581 in Venedig an, wo er bis 
Ende Juni 1585 als Nuntius blieb (Bitzler, Visita Apostolica, S. 165, Anm. 42 
und 44). 
12 ) Orazio Malaspina.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.