Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

204 
Et però tra noi si è concluso che S. A. debba non aspettare nella 
dieta futura 21 ) a far esecutione alcuna, ma subito, havendo in pronto 
l’aiuto, perché, essendo congregata tutta la nobiltà, nascano molte 
difficultà, massime essendo noi securi del stato ecclesiastico, il quale 
sarà unito con S. A. et darà la sua portione volentieri et si cercherà 
di mantenerlo saldo, il che si farà facilmente se io non tentarò la visita 
delle lor persone et conventi, del che temono grandemente et in questo 
il coadiutore potrà giovar assai. 25 ) Et perché come S. A. faccia novità 
alcuna in materia di religione, la nobiltà non vorrà contribuire, bisogna 
perciò procurare : prima, d’haver tanta somma de danari, quanto basti 
per supplire alli confini. Secondai'iamente è necessario di ritrovar una 
via di assicurarsi che quelli soldati delli confini siano contenuti nel 
debito officio, al che già si è pensato. Terzo, far quello che si ha da 
fare così presto, senza però precipitare che non sia maturo il tempo che 
li prelati devono sborssare la lor parte, perché se di già li provinciali 
havessero in mano la portione loro, sarebbe difficile a far cosa buona. 
4 t0 , S. A. ha da procurare che le paghe che si deveno alli soldati siano 
pagate, che sono molte, et operare che li prelati ricerchino di voler 
veder li conti alli provinciali et come si distribuiscono li danari et far un 
saldo tra di loro. Ultimamente bisogna che S. A. in forma tale sia 
pro veduta qua di gente, et quanto al castello et quanto alla persona 
sua, 26 ) che non habbiamo paura d’una furia populare ne’ altri simili 
tumulti, come si è veduto principii nella dieta passata. 27 ) 
Ma perché non è manco necessario di procurare che li aiuti, che 
si daranno a S. A. siano profitevolmente dispensati di quello che sia 
l’istesso aiuto, acciò non intervenghi quello che è avenuto delli 40.000 
scudi, li quali oltre che non sono stati spesi, né forsi la metà, nella 
fortezza di Carlostot, in quel luoco non si è manco edificato chiesa, 
del che sono stato sforzzato di farne un poco di risentimento. 28 ) Ma 
24 ) Der nächste Landtag begann am 27. November 1581 (Graz LA, Land¬ 
tagsakten 423 und 424/425; ebenda Landtagshandlungen 33, f. 170 r — 252°). 
25 ) Die Visitation wurde aber doch vor Beginn des Landtags begonnen 
(Nr. 94, S. 260, Nr. 107, 109, 111, 112, 114 und 115). 
26 ) Vgl. Nr. 90, S. 247. 
27 ) Vgl. Nr. 33, S. 112, und Nr. 37, S. 117. 
28 ) Vgl. Nr. 1, Anm. 26, und Nr. 133, S. 362; Innerösterreich hat außer 
den sehr umfangreichen Robotleistungen 350.000 fl. zum Bau von Karlstadt bei¬ 
getragen (Vaniöek a. a. O., S. 65 f.). Es ist durchaus möglich, daß ein Teil dieser 
päpstlichen Hilfsgelder nicht für Karlstadt, sondern für die Türkengrenze im all¬ 
gemeinen verwendet wurde. 1578 bewilligten nämlich die innerösterreichischen 
Länder 548.205 fl. für den Türkenkrieg, davon sollten 70.000 fl. aus der Reichshilfe
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.