Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

97 
mi consigliano et diano il modo, accioché, venendo occasione di dar 
qualche forma alla disciplina ecclesiastica, loro mi aiutino a metter 
in esecutione quello che me hanno proposto et approvato per buono, 
oltre che questo è un mezzo di conciliarmi l’amore et affettione loro, 
mostrando che totalmente non li escludo, non li dando parte di quello 
che tratto et sono per trattare, che questo col tempo poteva nocere 
molto al negotio et già cominciavo a subodorare non so che, ma 
siamo a punto a tempo, ché prima non lo dovevo né potevo fare. 
Ho scritto al nontio del’ imperatore, pregandolo a voler far un officio 
galiardo et efficace con S. M. Ces., acciò scriva una buona littera a 
S. A., esortandola a voler in questa dieta far un buon sforzzo in 
sollevatione della religione catholica et le faccia animo etc. Credo 
sarà di qualche frutto se S. M. scriverà; 6 ) il simile si è operato con 
l’arciduca suo fratello et duca di Baviera, però senza darne parte 
a S. A. Come cominciano a comparire li prelati, io prima privata- 
mente poi convocandoli tutti non mancarò di parlarli et esortarli 
a quello che vcderò esser di servitio de Dio et della religione catholica, 7 ) 
et mi sforzarò di sodisfare al debito mio et far quelli officii che il 
negotio ricerca con quell maggior affetto che potrò, et spero che 
S. A. resterà sodisfatta della diligentia mia. 
Qua stiamo tutti aspettando l’esito et con grandissima solle¬ 
citudine et sentiamo le bravate delli heretici et le populari sono 
grandissime, ma li grandi taciono et S. A. tuttavia sta ferma nel suo 
primo parere, che già scrissi a V. S. Ill ma , ciové che li provinicali se la 
passino in silentio et si contentarano di stare come hora stanno, 8 ) 
cosa che mi dispiacerebbe et ha opinione che il Cobenzolo le sia per 
dare questo parere, ma noi faremo quello che potremo, acciò S. A. 
rompi lei et o revochi subito quello che ha concesso, overo pur aspetti 
al’altra dieta che si farà doppo, se bene lor si mostrassero tutti obe- 
dienti et senza li impeti et conati suoi consueti et naturali. Il sig. 
cancilliero et altri hanno diverso parere et credono che debbiano dar 
loro occasione di rompere a S. A., basta, staremo a vedere. 
Poterebbe essere che le cose andassero in modo turbulente che 
fosse necessario che il padre provinciale de’ Jesuiti, confessore di 
6 ) Diesbezügliches Schreiben Kaiser Rudolfs II. an Erzherzog Karl vom 
21. November 1580 (Loserth, FRA 11/50, S. 69 /.). 
7 ) Siehe Nr. 37. P. Blyssem berichtete darüber am 24. November 1580 
sehr positiv an den General der Jesuiten (Rom Generalarchiv der Jesuiten, Ger¬ 
mania 158, f. 316 rv ). 
8 ) Siehe Nr. 16, S. 65 f, und Nr. 25, S. 90. 
7 Landeskommission
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.