Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

82 
Questi signori catholici del consiglio mi hanno dato l’incluso 
memoriale et desiderano che S. S tà faccia decidere il caso che pro¬ 
pongano per toglierli li scrupoli et occasione di peccare a infiniti. 32 ) 
Nel tempo che il Turco era all’assedio di Viena, la seconda 
volta, che fu del 30 o 31, il pontefice di quel tempo concesse al’im- 
peratore che potesse alienare la quarta parte di tutti i beni ecclesia¬ 
stici con pacto tamen de retrovendendo. Hora si desiderarebbe di 
ritrovare questa concessione et per potere recuperare i beni et per 
ritrovar molte fraude, che furno fatte in quelle alienationi. S. A. o 
per suo interesso o per le querelle che ogni giorno li danno li eccle¬ 
siastici et regulari ha fatto diligentia per ritrovare la concessione del 
papa, ma è tenuta molto ascosa ; però questi ministri desiderarebbeno 
che di costà le fosse mandata. 33 ) 
S. A. ha un secretario del consiglio suo secreto, domandato 
Pacimo Wangelii, 34 ) il quale oltra esser di molta buona vita et difen¬ 
sore della religione catholica è ancora utile a me per servitio di S. S là . 
Ha un figliastro, chiamato Giovanni Battista Schonlamer, di età di 
quindici anni, che è di buona spettatione et molto bene instrutto 
nella pietà christiana, ché così rendono testimonio li padri Jesuiti; 
desiderarebbe suo padre che N. S. le facesse gratia di accetarlo nel 
colleggio Germanico, 35 ) atteso che egli è nobile et povero et, se haverà 
commodità di imparare le buone littere, potrà col tempo esser di 
giovamento alla religione catholica, havendo egli delli parenti assai... 
(P. 8.:) Mons. di Gurgo è tra li prelati „rara avis“ in queste parte, 
et è fidele nel servitio di Dio et della religione et di S. S tà , et virilmente 
impugna tutto quello che et nel consiglio et nel resto è proposto et 
tentato contra la fede catholica. Governa similmente il suo vescovato 
die sich der Sultan schriftlich beim Kaiser beschwerte. Ein Tschauch überbrachte 
die Beschwerden des Paschas von Ofen an Erzherzog Emst (Hammer, Geschichte 
des Osmanischen Reiches II, S. 511 f.). 
32 ) Memoriale nicht vorhanden. 
33 ) Nachdem schon 1524 Hadrian VI. Erzherzog Ferdinand, dem späteren 
Kaiser Ferdinand I., die Einhebung der Terz von allen geistlichen Einkünften 
eines Jahres bewilligt hatte und 1526 die Ablieferung der Kirchenkleinodien ver¬ 
langt worden war, wurde die Geistlichkeit 1529/30 mit der Quart belastet (Graz 
LA, Urkunden 1524 Jänner 29, Februar 16 und 19; 1529 September 3 und 12, 
November 12; 1530 Februar 26, März 26 und Juni 11; Loserth, Das Kirchengut 
in Steiermark, S. 9 ff., 100 ff., 129 ff.; Weinzierl, Die Quart in Kärntens Stiftern 
und Klöstern 1529—1530, S. 139—166; Roth, Seckau, S. 83 f.). 
31 ) Primus Wanzl. 
3S ) Nichts weiter bekannt.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.