Full text: Nuntiatur des Germanico Malaspina, Sendung des Antonio Possevino

81 
S. A. ha havuto risposta da S. M. Ces. circa l’elletione del ves¬ 
covo di Bamberga et l’ha fatta comunicar meco, offerendosi a far 
nuovi officii. Quello che ha è questo, che S. M. haveva fatto grande 
instanza con li canonici, acciò facessero elettion buona et le ricercava 
che constituissero un tempo determinato alla elettione, che S. M. 
voleva mandar uno che assistesse. 27 ) Io ho poi ricevuto il breve 
del’ Offimam et subito, se bene essendo morto il vescovo pareva che 
si potesse aspettar la nuova elettione 28 ) et vedere se il vescovo presente 
sarà del medesimo humore, non dimeno, essendo Offmam al pos¬ 
sesso, io volsi far l’officio con S. A., et lei dissi quello che nella in- 
struttione V. S. Ul ma mi ha ordinato. 29 ) S. A. mi rispose che egli 
haveva commandato al’Offmann che ritornasse, 30 ) come io sapevo et 
che lo haveva fatto, tanto più volentieri, per non haver egli osservato 
il giuramento, che fanno tutti li suoi ministri di non servir altri, 
senza espressa licentia sua. Et era pervenuto alle mani di S. A. una 
lettera del vescovo morto, il quale scriveva che haveva tolto al suo 
servitio Offmam, principalmente perché sapeva li secreti di S. A. et li 
aggravii, che comportava, fossero fatti alla giurisditione sua temporale, 
di modo che, importandoli che ritorni et che non servi alli vescovi, 
si risolse che fosse bene di aspettare la nuova elettione et quello che 
Offmam rispondeva. 
S. A. ha havuto nuova di Constantinopoli che il beeg generale 
de Crovatia è stato fatto bassa, cosa che qua non piace ; ha similmente 
havuto altri avisi quali non scrivo, se saprò che V. S. Ill ma desideri 
alla giornata de intenderli, non mancarò di tenerla avisata. L’ar¬ 
ciduca, dubitando che il Turco non togliesse occasione da quella rota 
che dettero al beeg di far qualche motivo, scrisse a S. M. Ces. et al 
principe Ernester, appresso del quale è al presente un huomo del 
Turco, acciò facessero capace il Turco che non è stato contra le paci¬ 
ficationi che sono fra loro. 31 ) 
27 ) Siehe oben Nr. 3, Anm. 3. 
28 ) Breve an den Bischof von Bamberg wegen Absetzung Hoffmanns als 
bambergischen Vizedoms in Kärnten vom 3. September 1580 (Theiner, Annales 
eccl. Ili, S. 124). Bischof Johann Georg Zobel von Giebelstadt starb am 7. Sep¬ 
tember 1580; ihm folgte Martin von Eyb (Hierarchia Catholica III, S. 128). 
29 ) Siehe Nr. 1, S. 7f. 
30 ) Hoffmann war von den steirischen Ständen Mitte August zum Kur¬ 
fürstentag nach Nürnberg gesandt worden, wo u. a. über die Reichshilfe für die 
Türkengrenze verhandelt werden sollte (Loserth, Reformation und Gegenreformation, 
S. 325). 
31 ) 1580 kam es zu mehreren Zwischenfällen an der Türkengrenze, über 
6 Lamlcskoinmission
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.